MARABU’, NUOVO ORIZZONTE DI MARALBA FOCONE

maralba focone Marabu'

Marabu’, nuovo orizzonte di Maralba Focone

Maralba Focone è una pittrice in continuo fermento, che vive le proprie tribolazioni e angosce in maniera viscerale, per poi estrofletterle sulle tele, ma anche capace di trasformare la sua raffinata esuberanza in creatività che trascende il limite del colore, per spaziare verso orizzonti più ampi.

di Pasquale Di Matteo

La pittrice torinese, Maralba Focone, è in continuo fermento, di produzione artistica e di idee che esulano dal semplice dipingere.

Non paga della splendida mostra del marzo scorso, inaugurata l’8 marzo presso i sontuosi spazi della Biblioteca Civica Villa Amoretti, a Torino, né del grande evento del 3 maggio, organizzato dalla famosa curatrice di eventi, Anna Maria Brazzò, presso la Sallustiana Art Gallery di Roma, Mostre Personali caratterizzate da una fortissima affluenza del pubblico mondano della capitale e di Torino, l’artista piemontese già pensa a nuove frontiere per  la propria carriera artistica.

Non solo pittrice capace di declinare sulle tele le controindicazioni prodotte dalla società consumista e tecnologica del nostro presente, ma anche donna immersa nell’arte e attenta alle esigenze dell’arte stessa e di chi ne dovrebbe e potrebbe fruire.

Così nasce il progetto MARABU’, con il quale Maralba Focone intende dare spazio ai giovani aspiranti artisti, accompagnandoli in un percorso all’interno di un mondo non facile.

Si tratta di un progetto di ampio respiro che ha l’ambizione di dare voce agli artisti che vivono i continui cambiamenti in atto in questa società liquida e rapida, in cui tutto si evolve e modifica vertiginosamente e dove, spesso, non è semplice riuscire a coglierne tutti gli aspetti che ne conseguono.

MARABU’ si configura come punto d’incontro per tutti quegli artisti che non hanno un proprio spazio espositivo e che non vogliono o non possono esporre in gallerie, offrendo luoghi in cui proporre alcune opere e in cui incontrare altri artisti e addetti ai lavori.

Maralba Focone ha l’ambizione di creare un laboratorio d’incontro tra artisti, anche lontani tra loro, visitatori e professionisti del mondo dell’arte, in modo tale da offrire visibilità a chi oggi è sconosciuto, ma anche di avvicinare al mondo dell’arte le cittadinanze dei vari centri interessati,  soprattutto a quello del proprio territorio, spesso trascurato e posto in ombra.

Maralba Focone vede protagonisti ideali di questo suo progetto i ragazzi diplomati dei Licei, con indirizzo pittorico, e delle Accademie di Belle Arti, proprio per dare loro l’opportunità di uscire dal mondo della nozionistica fornito dalla Scuola per confrontarsi con il mondo reale.

Una possibilità di confronto tra giovani pittori e artisti navigati, con tante primavere sulle spalle, fatte di mostre, di eventi e di rassegne, in modo da riscoprire anche tecniche e usi abbandonati dall’era moderna.

Maralba Focone si dice convinta che, avviando questo progetto, grazie al coinvolgimento di istituzioni ed enti locali, che offrirebbero location di pregio gratuitamente, o a prezzi agevolati,  si metterebbe in moto un circolo virtuoso di eventi e di manifestazioni da organizzare nel territorio, a vantaggio di tutti gli attori.

Ovviamente, la Focone guarda a Torino, ma MARABU’ potrebbe vedere la luce in Piemonte, per poi allargarsi sempre più, come un’onda anomala fatta di arti e di colori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *