MARALBA FOCONE, LA VIRTU’ DI DISTINGUERSI

Maralba Focone, la virtù di distinguersi

Maralba Focone è una pittrice il cui stile unico e inconfondibile lega la notorietà all’eccellenza dell’espressione artistica.

di Pasquale Di Matteo

La famosa pittrice piemontese, Maralba Focone, deve la sua notorietà a un curriculum di tutto rispetto, in cui si evince come l’artista abbia esposto nei più suggestivi luoghi d’arte in Europa.

In questo duemiladiciannove, l’artista di origini partenopee è stata protagonista di eventi importanti e unici, come la Mostra Personale presso le sale della lussuosa Villa Amoretti, a Torino, la suggestiva Sallustiana Art Gallery, di fronte all’ambasciata statunitense, a Roma, e il magico evento istituzionale presso la Sala Protomoteca del Campidoglio, laddove furono siglati i Trattati di Roma.

Tuttavia, al di là del curriculum, degli eventi prestigiosi, delle sale importanti e delle persone influenti e famose del mondo dell’arte da cui la Focone è stata notata in questi ultimi anni, l’artista deve la notorietà innanzitutto al proprio stile, unico e inconfondibile.

Infatti, è impossibile non individuare un’opera della Focone, tra mille altre, se la si conosce: soprattutto per quanto concerne le figurazioni, la sua massima espressione stilistica, quelle mani lunghe, a formare degli artigli, le teste sempre chine e le spalle ricurve, di chi è travolto dall’angoscia, sono caratteristiche indiscusse dell’arte della pittrice piemontese.

La Focone, inoltre, richiama anche alcuni grandi del passato, a cominciare con l’uso delle sue particolari monocromie, che richiamano il Periodo Blu di Picasso; poi ci sono gli occhi, spesso senza sguardi, che rimandano a una delle peculiarità di Amedeo Modigliani.

E come non prendere in considerazione Vincent Van Gogh, visti i protagonisti delle opere dell’artista di Torino, umili e angosciati da una vita da perdenti, che ricordano tanto i temi cari all’illustre maestro?

Il senso di solitudine, l’angoscia, la tribolazione, sono espressioni che si declinano in ogni lavoro della Focone e ne declinano la viscerale attenzione che l’artista nutre per il mondo che la circonda e per il tempo in cui vive.

Maralba Focone è pronta a vivere una stagione autunnale in cui stupire ancora con grandi eventi, ma quanto fatto finora, ciò che ha trasmesso con il suo stile unico e inconfondibile fa già parte del patrimonio artistico italiano, forse non ancora notato dai big del collezionismo, ma, certamente, l’artista ha già prenotato un posto tra le grandi firme della pittura del nostro Paese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *