MARALBA FOCONE, NARRATRICE DEL NOSTRO TEMPO

Maralba Focone, narratrice del nostro tempo

La pittrice torinese, Maralba Focone, attraverso le sue opere racconta il suo presente e la sua visione della società, accantonando un tesoro inestimabile di opere che raccontano il nostro tempo.

di Pasquale Di Matteo

Ci sono colori che svegliano dal sonno, altri che ammaliano.

I colori di Maralba Focone fanno pensare, riconducendo l’uomo al proprio inconscio, attraverso linee e figurazioni dell’anima di persone umili, sconfortate, soffocate dalle tribolazioni che il vivere quotidiano costringe a sopportare.

La pittura di Maralba Focone è una pittura che senza orpelli, con colori e raffinati tocchi di spatola che gridano all’anima, dando vita a un sottile filo conduttore tra l’artista e l’osservatore, empatia indispensabile per comprenderne il messaggio.

Le sue cromie stabilizzano i concetti, relazionando la figura all’ambiente e l’ambiente ai suoi ospiti, figure quasi sempre solitarie, angoscianti e angosciose, che sono il linguaggio meta comunicativo che l’artista predilige per raccontare la propria visione del nostro tempo.

Allegorie e metafore che sono espliciti richiami alla nostra contemporaneità, magistralmente declinata sulle tele con un uso della grammatica del colore particolare e personale, che fanno dell’artista piemontese, ma di origini partenopee, una grande protagonista della pittura italiana.

La pittrice Maralba Focone, che ha già esposto in svariate località, tra le più importanti e suggestive nel mondo, ha da poco esposto alla sala Protomoteca del Campidoglio, durante il grandissimo evento di interscambio culturale tra Iraq e Italia, il 12 giugno scorso.

Una pittrice importante che è un vanto dell’arte del nostro Paese, un’artista sempre impegnata in prima persona anche per aiutare i più giovani, che prossimamente presenterà in alcune rassegne a cui sarà dato spazio ai nuovi talenti della pittura torinese, città in cui vive la Focone.

Progetti e sogni di un’artista mai doma e mai appagata anche dopo decenni di carriera ai massimi livelli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *